Finley – Baricella (BO) 29/06/2012

Finalmente il 29 maggio, dopo due anni di attesa, eccoli sul piccolo palco di Baricella.
Un concerto che si è fatto attendere due anni e che purtroppo è durato solo una cinquantina di minuti. Ma l’attesa si è fatta decisamente ripagare e il concerto è stato davvero bello.

Si abbassano le luci, parte la base. Dani sale sul palco senza maglietta (“Faceva troppo caldo.”), porta con sé il cartonato del simbolo del Gruppo Randa fatto proprio da noi e lo appoggia sulla batteria usata precedentemente dai Lavinia (“Non l’ho appoggiato sulla mia, perché altrimenti sarebbe caduto… anche se poi è caduto lo stesso!”). Dopo di lui arrivano Ivan e Ka, e parte “In questo istante” cantata da Pedro da dietro il palco.
Dopo l’introduzione arriva anche lui sul palco e si dà il via al vero spettacolo.
Si sentiva che Finley e pubblico si aspettavano da tanto tempo e finalmente si erano ritrovati: è stata un’emozione indescrivibile ritrovarsi ed esplodere insieme dopo tanto tempo.

L’esplosione non si ferma, si passa a “Fuego” che dal vivo è energia allo stato puro.
Non è una delle mie canzoni preferite, ma rende davvero live. Non può mancare ad un concerto.

Un tuffo nel passato con “Adrenalina”. E quanto si sentiva la mancanza della loro Adrenalina.
Ciò che mi ha fatto più piacere è stata la naturalezza con cui si sono esibiti: niente più frasi meccaniche, niente gesti meccanici. Si torna al rock naturale.

Un’altra come te”.
Mai desiderato tanto questa canzone – una canzone che sento molto mia al momento e che mi ha permesso di sfogarmi davvero molto.
Fantastico il Pedretti e il suo stage diving sul finale di questa canzone. In seguito durante il concerto ogni volta che si avvicinava alla transenna si vedeva lo sguardo spaventato delle fan (“Avete paura che mi tuffi, eh? La prossima volta avverto.”).

Si ritorna al nuovo: “La mia generazione”.
Spettacolare. Mi piace già molto da cd, ma live è mille volte più bella: coinvolge moltissimo ed è davvero un urlo contro questa società che vuole tarparci le ali.

Si passa a due canzoni d’amore, “Fuoco e fiamme”, del nuovo album, e “Il tempo di un minuto”, di “Fuori”.
Finalmente le sentiamo in versione elettrica; in acustico avevano iniziato a stancare.

Torna la carica con “Gruppo Randa”.
Non è una delle mie canzoni preferite, ma come “Fuego” e “Adrenalina” rende molto di più dal vivo.

Dopodiché un classico, forse una delle canzoni più amate dalle fan dei Finley: “Ad occhi chiusi”.

(Purtroppo) penultimo pezzo: “Bonnie e Clyde”.
E’ una delle canzoni più divertenti dell’ultimo album e dal vivo è qualcosa di indescrivibile: è energia pura, dà una carica incredibile. Finito il concerto continuavo a cantarla ripetutamente.

Ultimo pezzo: “Diventerai una star”.
La canzone più famosa dei Finley. Personalmente avrei preferito “Tutto è possibile”, ma capisco la scelta: in fondo questa canzone la conoscono davvero tutti, fan e non fan, e quando parte tutti iniziano a cantarla; è uno spettacolo vedere tutto il pubblico partecipe.

E’ stato il concerto più breve dei Finley che abbia mai visto, ma anche il più bello.
Lo abbiamo aspettato per tanto tempo ma ne è valsa davvero la pena.

Anche se avete pregiudizi sui Finley, vi consiglio di andare ad un loro concerto: sono cambiati, sono migliorati, sono fantastici!
Se andrete ad un loro concerto, non ve ne pentirete!

Camilla Ortolani

I Finley:
Sito ufficiale
Facebook
Twitter
iTunes
Youtube
Forum

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (96% score) - 2 votes

One thought on “Finley – Baricella (BO) 29/06/2012

Comments are closed.