L’ultimo capolavoro del minore dei Tarducci: “Nesliving volume 3 – Voglio”

“Un disco nato in movimento che esprime la voglia di cambiare se stessi e il mondo che ci circonda. Canzoni che guardano in avanti, che corrono veloci come il tempo che viviamo, che bruciano la vita. Agire, fare, mettersi in gioco, rischiare, stravolgere le regole, è il senso di questo album. Ora che il nord è sud e il sud è nord”.Con queste parole Nesli descrive il suo ultimo lavoro uscito il 4 settembre per Carosello Records, raggiungendo il primo posto della classifica FIMI nella prima settimana di vendita. “Nesliving volume 3 – Voglio” è disponibile in due versioni: normale e deluxe (solo per i negozi Gamestop che include: tre bonus track, biglietto per partecipare ai secret show che terrà una volta finito il tour promozionale  e una maglietta cui impresso “Arriverà la fine ma non sarà la fine”).

Il disco si apre con l’Intro in norvegese: una poesia di Umaniverso, e questo si ripeterà per tutto il disco ogni volta che si riconoscerà una voce straniera. Umaniverso è una raccolta di sei rime presenti nel libretto dei testi prima delle bonus track che raccontano di speranza, viaggi, amore della vita… senza dimenticare elementi come la pioggia, la terra, le stelle… poiché descrivono, assieme ai valori umani, il significato di Umaniverso.
Perdo via” è la prima canzone effettiva uscita come singolo il 22 maggio, una di quelle che dopo averla ascoltata rimane in testa, sia per il ritmo coinvolgente che per il ritornello semplice e diretto.

A seguire si presenta “Solamente un incubo”, una delle mie preferite. Qui si ritrova un Nesli che rende partecipe gli ascoltatori della sua vita come ha fatto più volte in passato. Mi piace quando gli artisti si raccontano attraverso le proprio canzoni permettendo ai fan di conoscerli un po’ meglio e questo pezzo rientra nel genere. Nonostante il titolo negativo quel “perché ciò che sogni puoi prendere” infonde ottimismo. È successo a lui ma può capitare a chiunque: la vita può riservare il successo, però bisogna guadagnarselo.

Respiro” era il brano che Nesli avrebbe presentato a Sanremo durante l’edizione passata. Lui sembra raccontare la canzone piuttosto che cantarla e si sente il cambio di direzione preso. Il rapper degli inizi sembra aver lasciato posto con la maturità a qualcosa di più simile ad un cantautore.
Ti sposerò” il “tormentone” dell’album dall’alto del suo milione e passa di visualizzazioni su Youtube, passaggi frequenti sia in radio che sulle tv musicali. È introdotta da un’altra poesia di Umaniverso, però questa volta in inglese. Nessuna storia d’amore strappalacrime come è tradizione nella canzone italiana: si può sposare anche un ideale. Bello il video che sembra ispirarsi un po’ alla coppia di fuorilegge Bonnie e Clyde.
Con “Voglio” Nesli invita il pubblico a vivere la vita giorno per giorno senza rimanere attaccati al passato o con la paura di cosa il futuro ci riserverà, “come se non ci fosse un domani”. L’idea originale di coinvolgere i ragazzi del fan club “Noi Siamo Nesli” e di Ornella Felicetti.
La traccia sette è “Se puoi”: un amore che rende ogni cosa più bella quando c’è e tutto più difficile quando viene a mancare, ma il finale ancora una volta esorta a guardare avanti senza perdere la speranza.
Un invito a non guardarsi indietro e mettere definitivamente una pietra sopra tutto ciò che è stato, amicizia o amore finito che sia “Partirò”. La voce di Nesli normalmente pacata e capace di lanciare messaggi senza bisogno di alzarla, si trasforma acquisendo velocità quasi volesse ricordare le sue origini per il tempo di una strofa.

Voce” è un brano che possiamo dedicare alle persone a cui teniamo di più, quelle con cui possiamo essere noi stessi senza il bisogno d’indossare maschere e che non farebbero mai nulla per cambiare la nostra natura.
Il nono pezzo s’intitola “Guarda l’amore cosa fa” si può facilmente dedurre dal titolo che è un elogio al potere dell’amore. Come sapranno bene i suoi fan il disco precedente era incentrato sull’amore come sentimento puro e il concetto emerge anche in questo lavoro.
Davanti agli occhi” con il suo inizio lento, prende velocità nel ritornello per poi lasciare spazio ai violini e pianoforte finché gli strumenti si fondono in un’orchestra armonica. Il messaggio è chiaro: non lasciarsi condizionare dagli altri perché la vita è una sola e soprattutto di chi la vive.
L’unico giardino” chiude la versione normale dell’album. La base è semplice (nell’ultimo minuto la si può sentire ancora meglio visto che è completamente strumentale) probabilmente per mettere ancora più in risalto la voce. Azzeccata la scelta d’usare in questa traccia il francese come lingua per recitare Umaniverso.

Le tre canzoni successive fanno parte dell’edizione deluxe: Ballare, un misto di movimento. In realtà questo singolo uscito nel novembre scorso, appartiene a Big fish suo grande amico oltre che produttore/arrangiatore dell’intero album, ma Nesli si è occupato del testo ed è stato scelto per cantarlo.
Simboli”, un concentrato di emblemi quotidiani a cui a volte non diamo valore. La canzone è ritmata, scorrevole.
Nonostante il titolo in inglese “Smile” è italianissima e al contrario di quello che si potrebbe pensare questo featuring con The Long Tomorrow racconta di una storia d’amore finita e del reinventarsi trovando il proprio posto nel mondo.

Consiglio a tutti questo capitolo conclusivo di Nesliving, ma anche i precedenti datati 2009: contengono perle come “La Fine” e  “Fragile”, che non meritano di restare per un pubblico di nicchia. E se ancora non vi basta, date un ascolto anche agli altri album, vi sorprenderete di come la sua musica in tredici anni sia cambiata nonostante il “volersi raccontare” e “raccontare emozioni” siano rimaste due constanti che fanno di Nesli un artista unico nel panorama italiano.

1.    Intro
2.    Perdo via
3.    Solamente un incubo
4.    Respiro
5.    Ti sposerò
6.    Voglio
7.    Se puoi
8.    Partirò
9.    Voce
10.    Guarda l’amore cosa fa
11.    Davanti agli occhi
12.    L’unico giardino

Bonus track

13.Ballare
14.Simboli
15.Smile

http://www.youtube.com/user/nesliofficial?feature=watch
https://www.facebook.com/neslimusic
https://twitter.com/neslimusic
http://iosononesli.it/
https://plus.google.com/+Nesli/posts
http://itunes.apple.com/it/album/nesliving-vol.-3-voglio/id549426493

Valentina Pesenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (96% score) - 2 votes

One thought on “L’ultimo capolavoro del minore dei Tarducci: “Nesliving volume 3 – Voglio”

Comments are closed.