The Anthem: “perché noi siamo l’inno di noi stessi!”

Il 5 novembre, noi di Brainstorming abbiamo avuto la possibilità di intervistare i The Anthem in occasione del “VANS OFF THE WALL MUSIC NIGHT” che si è tenuto al Traffic di Roma e dove i ragazzi hanno aperto la serata a due gruppi stranieri: Young Guns e Your Demise.
La band, composta da Dario (cantante/chitarra), Piergiorgio (chitarra), Paolo (basso) e Matteo (batteria), si è dimostrata molto disponibile e per cui abbiamo colto l’occasione di scambiare quattro chiacchiere!
Prima di presentarvi l’intervista, vi ricordiamo che hanno in attivo il loro album “High Five” uscito il 10 Marzo del 2012 che contiene canzoni pop punk/rock, con sound decisi e orecchiabili!

Come nascono i The Anthem?

Dario: nascono nel 2005 tra i banchi di scuola, i fondatori ufficiali sono Paolo e Matteo,  con vari cambiamenti di backup siamo arrivati alla formazione attuale nel 2010 con l’entrata di Piergiorgio nel gruppo.
Dario: abbiamo iniziato come tutti, facendo cover di vari gruppi rock/metal.

Perché “The Anthem?” Come è nato il nome?

Paolo: un po’ a cas… cazzo!
Matteo: Sì, infatti è nato casualmente.
Pierg: perché noi siamo l’inno di noi stessi!

Siete appena tornati da un tour in Russia, come vi siete trovati?
Come è la scena musicale?

Pierg: Stupendo! Gente che fa casino dall’inizio del concerto fino alla fine… mi sono trovato davvero bene.
Paolo: Pazzesco! Anche perché la gente che non ti conosce e non ti ha mai visto va ai concerti per divertirsi, si balla e si canta tutti insieme.
Pierg: bisogna dire anche che non tanti gruppi fanno un tour lì e quindi quelle poche volte che le band ci vanno, i ragazzi non perdono l’occasione per divertirsi!

Avete trovato delle differenze tra come viene vista la musica in Russia e qui in Italia?

Dario: la cosa che mi piace particolarmente è che i concerti iniziano prestissimo!
Pierg: Abissali! Intorno alle sette, massimo otto e alle nove e mezza è finito già tutto!
Dario: hai tempo di passare una serata tra la gente, insomma.
Matteo: e questo fatto permette anche di suonare in mezzo alla settimana, cosa che qui è più complicato, ad esempio anche stasera che sono le undici e gli “Y” gruppo principale della serata, ancora deve salire sul palco!
Pierg: comunque è stata un’esperienza molto bella, i ragazzi apprezzano tantissimo anche il fatto che una band è arrivata fino a lì per suonare.
Matteo: un altro cosa importate è che la gente va ai concerti per voglia e non per moda.

Episodi particolari accaduti durante questo tour?

Matteo: se siamo qui è solo fortuna! (ride)
Dario: io sono caduto sul palco una sola volta, che poi non mi era mai capitato di ruzzolare sul palco. Durante la data di Mosca, la penultima, do il cinque alla prima fila andando da destra a sinistra e metto un piede in fallo su una spia e mi distruggo per terra…

Potete dire anche cose più “grevi”!

Pierg: il fatto che non andavamo più in bagno.
Paolo: attenzione lo dico io! Piergiorgio ha orinato in cucina! (ridono)

Siete conosciuti un po’ anche in Giappone giusto?

Dario: Sì, ci è arrivata la notizia che hanno mandato una nostra canzone in una palestra. Che emozione!
Pierg: Quando è uscito il nostro disco in Giappone, che se non sbaglio prima che in Italia, è stato qualcosa di veramente bello.
Dario: penso che sia stata una delle maggiori soddisfazioni che ci siano mai capitate.
Paolo: anche i numeri delle vendite ci soddisfano!
Pierg: su Twitter alcuni ragazzi giapponesi ci scrivono e noi ovviamente speriamo di andare a suonare molto presto nel loro paese: sarebbe una bella esperienza!

Quali sono le band e i cantanti a cui vi ispirate o con cui magari vi piacerebbe duettare?

Dario: io con Katia Riccarelli è sempre stato il mio sogno.
Matteo: abbiamo dei gusti musicali diversi; ci sono alcuni gruppi che ci uniscono, ma solitamente ognuno sceglie il proprio e l’ascolta!
Dario: forse gli Yellocard sono il gruppo che accomuna un po’ tutti e un bel featuring con loro sarebbe figo!

L’ultimo concerto a cui siete stati?

Pierg: Noel Gallagher a Firenze.
Matteo: Foo Fighters e Tiziano Ferro.

Progetti futuri?

Pierg: A breve annunciamo un bel tour con i Vanilla Sky e i Electric Diorama. Non vediamo l’ora di ripartire in giro per l’Italia!
Matteo: e, aggiungo, a breve uscirà il video del nuovo singolo estratto da “High five”.

A quando nuovi pezzi?

Pierg: direi agli inizi del nuovo anno! E contemporaneamente continuerà la promozione del disco.

Volete aggiungere qualcos’altro?

Matteo: è sempre bello suonare qui a Roma: c’è sempre bella gente! Oggi alcune fan ci hanno portato una torta fatta coi pan di stelle, penso che andrò in diarrea… ma era molto buona!
Paolo: ecco questa era la cosa giusta da dire!
 Pierg: grazie per l’intervista e grazie del tempo speso con noi.

Contatti:
Facebook
Itunes-The Anthem-High Five
Twitter
Myspace
Youtube

Arianna Capi & Virginia Tosti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (93% score) - 1 vote