WakeUpCall – Batteries are not included

WakeUpCall cover

I WakeUpCall sono una rock band romana che ha dato vita al loro primo e vero e proprio cd, “Batteries are not included”.
Quando ho iniziato a scrivere recensioni, il loro EP è stato uno dei primi che mi sono ritrovata tra le mani ed era stata una grandissima scoperta. Sono un gruppo con carattere. Non sembrava il primo EP di una band, aveva dei suoni compatti ed elaborati. Un EP che mi ha fatto venire voglia di conoscerli e di seguirli un po’.
Per cui ora sono felicissima di trovarmi qui a recensire il loro primo album!

Intanto complimenti a questi ragazzi che non deludono mai!
E’ un album compatto, ma che sa anche variare molto. Infatti, non si hanno mai due canzoni uguali.

wakeupcall-inlayPersonalmente, amo le canzoni più ritmate come “Asshole” e “Kill your Dreams”, brani che si avvicinano molto al punk rock, o “Batteries are not included” che trovo perfetto come secondo singolo, anche perché è la canzone che dà il nome all’album. In questi brani troviamo influenze di The Maine, Vanilla Sky e, per alcune cose, riconosco delle sonorità molto simili ai Sum 41.

Il primo singolo estratto è “To be”, che apre anche l’album. Un’ottima scelta! Ha un ritmo pop rock che rimane davvero in testa. La senti una volta e la canti per tutto il giorno.

“Batteries are not included” è un buon lavoro. Questi ragazzi sono davvero bravi ed è un onore sapere che gruppi del genere provengono dalla nostra patria.
Consiglio a tutti gli amanti del rock di ascoltare quest’album e, se possibile, di assistere ad un concerto di questa band che merita davvero un sacco.

https://www.facebook.com/WakeUpCallrock
http://www.wakeupcallrock.com

Camilla Ortolani

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (98% score) - 5 votes