“Infrared”, il rock milanese tra melodia e grunge anni’90

infrared 1

01. Time
02. That Day
03. Wounded
04.Once More
05. Secrets And Lies

Milano si riempie di rock con gli Infrared, un quartetto composto da Tania Tiozzo alla voce, Giovanni Mori al basso, Marco Fantin alla chitarra, Fabio Cau alla batteria. I quattro musicisti trovano origine tra le diverse correnti del rock “alternativo” degli anni ‘90, giungendo ad una forma di rock energico e votato alla ricerca melodica; si miscelano elementi e spunti di generi apparentemente lontani come  il pop, il funky, il post-rock, l’elettronica e il noise. Il punto di arrivo è un progetto di cinque brani che vede quindi la commistione di spunti di rock melodico con l’aggressività e l’energia del grunge anni Novanta, sperimentando un nuovo genere carico e melodico ed uno sfondo ricco di contaminazioni. Complice anche, e soprattutto, la voce pulita e precisa della cantante Tania Tiozzo, che vanta un’esperienza di coverband degli Skunk Anansie con il gruppo Hedonism, mediante il quale apprende lo stile inconfondibile di Skin e lo rielabora, costruendo con gli Infrared un concept di saldo equilibrio tra regola e sperimentazione. L’esperienza rock dei quattro irrompe già con “Once More” e con “Time”, stilando le premesse di un genere essenziale, ma curato al tempo stesso, mentre con “Wounded” il rock scivola verso una curva più melodica sempre in crescita. L’intro di “Secret And Lies” e il suo stile vagamente arabeggiante conferisce il giusto epilogo di un progetto di un ep dal grande ed incisivo potenziale.

Francesca Muscarà

www.infraredband.it

Facebook
Twitter
Youtube

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (97% score) - 3 votes