Spotify Premium, ne vale davvero la pena?

Spotify è uno dei servizi di musica streaming più popolari al momento. Per usare Spotify si può scegliere se pagare o lasciare la versione standard. Ovviamente la versione standard non dà molte possibilità, ma qui è anche il caso di differenziare tra Spotify App e Web.

Spotify web, anche scegliendo la versione gratuita, lascia un po’ più di libertà. Ovviamente dopo ogni canzone dovrai sorbirti la pubblicità, però per il resto sei libero di ascoltare più o meno quello che vuoi. L’app in versione gratuita è semplicemente un incubo. E’ quasi impossibile ascoltare una singola canzone; puoi saltare i brani un numero limitato di volte e in più hai la pubblicità.

spotify
Leggi anche: Non esiste solo Ticketone, ecco le alternative

Spotify gratis o a pagamento?

Io sono tra quelle persone che vedono nella musica non solo una passione, ma anche un lavoro. Quindi credo che sia giusto pagare per avere musica, che sia un servizio streaming o un musicista emergente ai suoi primi concerti. La musica e i servizi ad essa connessi vanno pagati. Fare musica è un LAVORO.

Quindi ho provato il servizio premium. Ho tenuto il servizio per diversi mesi e non mi sono trovata malissimo. Era bello ascoltare tutta la musica che volevo direttamente dal cellulare mentre scrivevo un messaggio. E’ bello perché ti permette di conoscere tanti artisti di cui ancora non sai l’esistenza. Però dopo un po’ ho comunque deciso di cancellare l’abbonamento.

spotify
Messaggio di addio di Spotify Premium

Perché cancellare Sporify Premium

Perché è vero che credo che sia giusto pagare la musica, però per 10 euro al mese voglio che il servizio sia perfetto e Spotify per me non lo è. Innanzitutto odio che non ci sia la funzione “ascolta tutta la discografia”. Devo scegliere sempre un solo album o crearmi una playlist. Ma non voglio crearmi un playlist per chiunque, voglio solo ascoltare la discografia di qualcuno!

Altra cosa che non sopportavo: quando finisce un album o il singolo che stai ascoltando, Spotify ti fa partire delle playlist (o radio) collegate all’artista. Ma chi te l’ha chiesto? Non voglio ascoltare i Sum 41 e ritrovarmi all’improvviso sulla radio dei Green Day. Non sono la stessa cosa e anche se possono piacermi, non ti ho chiesto di ascoltarli in questo momento. E’ fastidioso che Spotify anche a pagamento faccia un po’ quello che gli pare.

Sarò un po’ vintage, ma io adoro il mio MP3. Ascolto la mia musica come mi pare e in piena libertà. Spotify è uno strumento interessante, se ci fosse un modo per avere i servizi semplici che richiedo tornerei ad essere un account premium all’istante. Ma al momento non è così, quindi vi saluto mentre metto le cuffiette del mio adoro e vecchio MP3.

E tu usi Spotify? Hai un trucco per farmi ascoltare l’intera discografia dell’artista?

 

p.s. il messaggio di addio di Spotify è davvero originale e carino.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes