Donne e musica, chi si nasconde dietro al concerto: manager

Donna e musica, chi si nasconde dietro un concerto

Abbiamo analizzato diverse figure che lavorano nella realizzazione di un concerto, dalla parte tecnica a quella più creativa, ma chi permette all’artista di arrivare fino a questo punto? La manager.

La manager è una figura importante che segue l’artista nella sua crescita. Ci parlerà di questa figura una giovane manager Giorgia Salerno.

giorgia salerno manager

Giorgia è la manager di un artista emergente, Tananai, e la sua storia è molto particolare. E’ laureata in lettere e beni culturali a Bologna e ha iniziato la sua carriera in una rivista dove inizialmente si occupava di moda. Il destino però le ha dato un’opportunità diversa e da un giorno all’altro è passata da recensire sfilate a concerti. Il mondo della musica l’ha subito conquistata e da quel momento non l’ha più abbandonato.

«Una delle prime interviste che ho fatto è stata a Calcutta, prima che il fenomeno esplodesse. Era proprio agli inizi come tutta la scena indie attuale. Ho conosciuto tanti artisti che ai tempi erano emergenti ed ora riempono gli stadi. Questo mi ha permesso di creare di conoscere meglio gli addetti ai lavori, si sono create belle amicizie e la nostra professionalità è cresciuta insieme».

Giorgia ha iniziato un po’ come tutti: andando ai concerti e conoscendo più addetti ai lavori possibile. Ha iniziato scrivendo articoli di musica per poi fondare un’etichetta discografica indipendente, Stradischi. Quando l’etichetta ha chiuso lei ha scelto di continuare come manager.

Ma di cosa si occupa una manager?

«Dipende molto in che periodo dell’anno sei, ma anche della vita e anche dall’artista con cui stai lavorando. Cambia molto tra un artista emergente e uno più affermato. Principalmente fai un po’ tutto, un po’ come una mamma, dalle cose più piccole come accompagnarlo ad un’intervista o cercargli ogni tipo di opportunità: dalle date, se si è sprovvisti di un’agenzia di booking o la si sta ancora cercando, fino ai creativi che supporteranno il progetto: videomaker, grafici fotografi. Ma soprattutto anche il lato burocratico, la consulenza legale, gli accordi discografici ed editoriali. Diciamo che tutto quello che firma un artista, passa prima da me e dal nostro legale».

Se qualcuno volesse seguire la tua stessa carriera, che consiglio gli daresti?

«Frequentare il più possibile l’ambiente musicale con giudizio. Andare a tanti concerti e parlare con tante persone che fanno questo lavoro con lucidità e determinazione. Se sei determinato a fare questo lavoro nella vita devi saper scindere il momento in cui ti sai divertire e quello in cui devi lavorare. Chiunque io abbia incontrato mi ha insegnato qualcosa, è importante ricordarsi sempre che non si smette mai di imparare in un lavoro come questo».

I contatti di Giorgia:
https://www.instagram.com/dontcallmejoe/

leggi anche: Donne e musica, chi si nasconde dietro al concerto: sound engineer

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes