CBGB & OMFUG, il leggendario club punk di New York: 30 settembre 2006

10 Dicembre 1973 apriva a New York, al 315 di Bowery Street, lo storico locale CBGB & OMFUG (Country Blue Grass Bluesand and Other Music For Uplifting Gourmandizers) fondato da Hilly Kristal e diventato punto di riferimento, e luogo di nascita, per la new wave e il punk.

La fine del CBGB

Il 30 settembre 2006 è una data che nessuno dimenticherà mai, il CBGB dopo più di 30 anni di storia chiuderà per sempre. Il motivo? Una lunga battaglia legale con i proprietari dell’immobile di Bowery Street. L’ultima performance fu tenuta da Patti Smith, assieme a Flea dei Red Hot Chili Peppers e Richard Lloyd dei Television.

Il proprietario Hilly Kristal comunicò la notizia che avrebbe riaperto il CBGB a Las Vegas nel 2008 annunciando “Ho preso tutto, i bar, il palco, i cessi dove Joey Ramone ha fatto la pipì insieme a me. Ho preso tutto ciò che ha fatto di questo posto il CBGB‘”. Purtroppo questa è una promessa che non ha potuto mantenere: morirà il 28 agosto 2007.

E’ così un pezzo di storia della musica punk viene abbandonato, ora è un negozio di abbigliamento ma, una parte dell’allestimento originale è rimasto intatto, compreso parte del bagno e dei sanitari.

CBGB NEW YORK PALCO

La sua storia

Il CBGB ha fatto la storia della musica punk. Era un locale che trasudava ribellione da ogni angolo della stanza. “Le sue pareti erano stratificazioni di scritte, poster e graffiti, le tubature erano a vista e il soffitto nero. La luce proveniva dai marchi di birra impressi sulle insegne al neon che illuminavano il piccolo palco e nella sala c’era puzza di piscio praticamente ovunque”. Una descrizione che ci fa rimpiangere di non aver mai avuto l’occasione di mettere piede dentro questo locale storico. Sul palco del CBGB sono salite tantissime band storiche, alcuni esempi? Television, Talking Heads, Blondie, Ramones, The Fleshtones, The Heartbreakers, The Shirts e Patti Smith, Lou Reed, Iggy Pop, i Kiss, e Fred “Sonic” Smith degli MC5.

In questi momenti servirebbe proprio una macchina del tempo.

Leggi anche: Recensione: Vidia Club – Cesena (AGGIORNATA)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes