WakeUpCall e il loro primo singolo in italiano: “I miei sogni non si spengono quando apro gli occhi”

I WakeUpCall sono una band di Roma a cui sono molto affezionata, perché sono stata la mia prima recensione e in questi dieci anni la loro musica non mi ha mai deluso. Fin dall’inizio hanno sempre composto brani completamente in inglese, ma ecco la novità di quest’anno: è uscito il loro primo singolo in italiano.

WakeUpCall

WakeUpCall “Tu Non Ascolti Mai”

Giovedì 16 Aprile esce ufficialmente il singolo “Tu Non Ascolti Mai”, della rock band capitolina WakeUpCall, disponibile su tutti gli stores online.

Dopo aver girato il mondo con più di 400 date dalla Russia alla Cina, la band ci sorprende con il primo singolo in italiano, dove con il loro graffio rock, coniugano un testo che senza la musica, potrebbe essere poesia. Parole e note importanti che rivelano la loro grande attenzione al mondo e alle relazioni. Una canzone alla quale sono molto legati e che, in questo momento così difficile per tutti, ci ricorda come sia nostro dovere continuare a credere nei propri sogni. “I miei sogni non si spengono, quando apro gli occhi, il futuro aspetta me, ma tu non vuoi capire. Tu non vuoi ascoltare. Io vivo il momento”.

Alla luce dei tempi che stiamo vivendo, il significato della canzone assume un significato forte e lungimirante. Dichiara Tommaso: “In questo momento, credo che ognuno di noi debba tenere accesa la speranza e i sogni, lo sappiamo, possono essere di aiuto. Stiamo vivendo qualcosa che ci ha colto di sorpresa, spazzando via ogni consuetudine, ogni certezza. Auguriamo a tutti noi un futuro sereno, consapevoli però di quest’oggi di cui fare memoria nel tentativo di diventare migliori”.

Il brano nel classico stile WakeUpCall toglie il fiato. Ascoltato in ripetizioni più volte. Ti cattura e ti ridà quella carica che in questi giorni è finita sotto il tappeto.

Il significato di “Tu Non Ascolti Mai”: “Può leggersi da più angolazioni, potendo riferirsi ad una relazione personale e come si legge nei titoli di coda di un film, teniamo a precisare che i riferimenti a fatti o persone realmente esistite sono del tutto casuali; oppure potrebbe essere un coming out della band che riconosce di non essere stata, talvolta, ascoltata come avrebbe voluto o sperato”.

Leggi anche: Wet Floor e il loro terzo album: un viaggio tra rock e romanticismo

Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/wakeupcallrock

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (95% score) - 1 vote