Riccardo Bonsanto, “Siamo soli, io e te”: poesia allo stato puro

“Siamo soli, io e te” è l’album d’esordio del piemontese Riccardo Bonsanto. Il Piemonte ha sfornato molti dei nostri artisti preferiti e il cantautore si inserisce proprio tra questi. Il suo primo disco non è solo una collezione di nove canzoni, ma è poesia allo stato puro.

riccardo bonsanto siamo soli, io e te

Riccardo Bonsanto – Siamo soli, io e te

Ci arrivano sempre un gran numero di album da recensire, alcuni sono buoni, altri lontanissimi dal nostro gusto musicale e poi arriva “Siamo solo io e te”. Un disco che richiama il sound dei cantautori del passato da Giorgio Gaber a Fabrizio De André. Qualcuno potrebbe definirlo “niente di nuovo”, a primo impatto potrebbe sembrare così ma in realtà Bonsanto riprende il sound folk, un po’ gipsy, e ci spruzza un tocco di sé.

In mezzo a una scena musicale tutta uguale, lui ritorna al passato ma lo fa con grande stile. Ascoltando il suo disco si prova malinconia e un gran senso di commozione. La musica di Bonsanto non si ferma alle orecchie, ma arriva dritta al cuore. Ogni suo brano è un piccolo mondo e mentre ascoltiamo l’album ci sente come parte di quelle piccole realtà. Ci ritroviamo in un locale jazz vuoto mentre ascoltiamo “Siamo solo, io e te” e in un saloon da porto di mare in “Non rimane che poesia”.

“Ci copre dalla pioggia il tetto
però ci toglie il cielo,
placa la sete l’acqua
però il vino è più sincero”

“Siamo soli, io e te” si apre con sound tranquillo sullo stile di Giorgio Gaber, un po’ spensierato e un po’ malinconico. Subito dopo arriva “Atto di fede” una moderna “Bocca di Rosa”. Tutto il disco si muove tra canzoni dai ritmi accessi e molto ballabili come “E c’è un uomo che piange”, ad altre ballad più classiche e commoventi come “Eterna serenata”. In questo disco sentiamo molto l’influenza di Giorgio Gaber, ma in brani come “Dissipatio H.G.” ritroviamo anche l’Alex Britti dei primi anni.

Riccardo Bonsanto è un musicista con i fiocchi. Non sarà il sound più innovativo, ma lo sa suonare davvero molto bene. “Siamo soli, io e te” è un disco che si ascolta tutto di un fiato più e più volte.

Tracklist

Una canzone qualunque d’un marinaio qualsiasi 3.18
Atto di fede 3.38
Eterna serenata 4.18
E c’è un uomo che piange 3.21
Non rimane che poesia 3.37
Confessioni 3.50
Siamo soli, io e te 3.40
Dissipatio H.G. 4.56
Arawak 4.44

https://www.facebook.com/bonsantoriccardo/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (94% score) - 1 vote