Cedro, “Fiorire sfiorire”: un po’ De André e un po’ Amélie

Il 28 settembre 2020 è uscito “Fiorire, sfiorire”, il concept album del cantante salentino Cedro. Cinque brani che raccontano l’inarrestabile forza della vita. In questo disco ritroviamo un po’ dei cantautori classici italiani come Fabrizio De André.

cedro fiorire sfiorire

Cedro – Fiorire, sfiorire

Pierpaolo Mingolla, in arte Cedro, ha pubblicato il suo primo album il 28 settembre. “Fiorire, sfiorire” celebra l’inarrestabile forza della vita che, silenziosa, prosegue al di là dei limiti e delle regole imposte. I brani contenuti nell’album cantano le evoluzioni di un unico amore e delle stagioni, legate dalla ciclicità della nascita e della caducità.

I cinque brani del disco scorrono piacevolmente. Un sottofondo dolce e pieno di speranza perfetto per una giornata d’autunno. Come già detto all’inizio, lo stile di Cedro ricorda un po’ il grande Fabrizio De André, ma all’impronta classica dell’artista lui ha saputo aggiungere un tocco unico. Un po’ cantautore e un po’ francese. I suoi brani sarebbero la perfetta colonna sonora del film “Il favoloso mondo di Amélie”, soprattutto il singolo “Autunno”.

In generale “Fiorire, sfiorire” è un disco davvero ben fatto e in grado di trasmettere forti emozioni. Tutti i brani arrivano dritti al cuore dell’ascoltatore. Tra le canzoni che abbiamo apprezzato di più ci sono “Autunno” e “Astronomia”.

Leggi anche: The Smiths e 500 giorni insieme: non è una storia d’amore!

https://www.facebook.com/cedromusica

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (95% score) - 1 vote