Buon Compleanno Camilla: Intervista alla nostra fondatrice!

Oggi, 16 febbraio, Camilla, la fondatrice di Brainstorming Music compie 30 anni. Un traguardo importante, proprio come i 10 anni del nostro magazine. In questa occasione di festa ed in collaborazione con i nostri followers di Instagram, abbiamo buttato giù un’intervista per la nostra fondatrice.

Camilla Brainstorming Music

Intervista a Camilla: quando la passione diventa un lavoro!

Follower: Come è nata la passione per il tuo lavoro? In che modo hai capito che questa è la tua strada?

Prima della passione per il mio lavoro è nata quella per la musica. Mi sono avvicinata alla musica grazie alla mia maestra d’asilo e a mio padre che mi faceva sentire le schitarrate di Jimi Hendrix. La musica è l’unica cosa che da quando sono piccola mi emoziona davvero e mi fa sentire viva. Dalla prima canzone che ho ascoltato ho voluto trasformare questa passione nel mio lavoro. Ho provato diverse strade.

Ho studiato canto e batteria, ma fare la musicista non è la mia strada. Quando ho iniziato a seguire le band in giro per il mondo e ad intrufolarmi nei backstage, ho scoperto quante figure professionali si nascondono dietro ad un musicista. Circondata da addetti ai lavori e dalla sporcizia dei backstage ho capito che volevo diventare una di loro.

Ho capito che questa è la mia strada perché quando mi metto a lavoro lo faccio con il sorriso e il cuore pieno di gioia. Penso che per trovare la propria strada bisogna provare tante cose, quando troverai quella che ti fa davvero battere il cuore capirai che è il percorso giusto.

Qual è stato il momento professionale o vissuto nella musica peggiore per te?

Tra il 2019 e settembre 2020. In quel periodo ho dovuto chiudere la partita iva da organizzatrice di concerti e dedicarmi ad un lavoro da dipendente. Avevo molto tempo libero, ma fare un lavoro che non ti piace ti azzera il cervello. Iniziavo a pensare che non avrei mai realizzato il mio sogno di lavorare nella musica, aspettavo un’occasione che non arrivava mai. Poi mi sono stufata e l’occasione me la sono creata. Ho lasciato il lavoro da dipendente e ho riaperto il mio ufficio stampa musicale. Nel giro di qualche mese ho realizzato il mio sogno: mantenermi SOLO di musica e nient’altro.

Follower: Qual è il genere musicale che odi?

Non c’è un genere che odio. Non mi piace particolarmente il rap e similari, però se la canzone è ben fatta l’ascolto volentieri.

Le tre canzoni che più hanno influenzato la tua vita?

“Tutto è possibile” dei Finley. In un modo tutto particolare, questa canzone ha davvero cambiato la mia vita. “Una su un milione” di Alex Britti perché con lui mi sono innamorata dei concerti. “In too deep” perché con i Sum 41 ho scoperto quello che sarebbe diventato il mio genere musicale preferito.

Follower: In un periodo in cui tutto sembra girare solo attorno ai talent show, quanto è importante l’underground?

Per me tanto! Non seguo nessun tipo di reality o talent, non ho neanche la tv. Sono fan di band che hanno iniziato tutte in cantina e piano piano, a volte con molta fortuna, sono riuscite ad emergere. Sinceramente la popolarità che viene dai talent mi sembra così volatile, credo che se un musicista voglia rimanere nel tempo ci siano altre strade. Mi sono dedicata all’ufficio stampa proprio per aiutare gli artisti a farsi notare. Penso che la tv non serva a niente, la strada da seguire è fare ottima musica e avere una buona comunicazione. L’obbiettivo dei musicisti non deve essere andare in tv, ma avere una fan base forte.

Qual è stato il momento in cui ti sei sentita più soddisfatta?

Senza ombra di dubbio quando ho organizzato il mio primo concerto. Finley al Mamamia di Senigallia: un sogno che è diventato realtà. Vedere tutte quelle persone lì per un evento organizzato da me è stata un’emozione indescrivibile.

Follower: Se potessi tornare indietro nel tempo, quale band o cantante vorresti vedere dal vivo?

I Nirvana. Sono affascinata dalla figura di Kurt Cobain e dalla musica che ha creato. Potessi tornare indietro andrei sicuramente ad un loro concerto, ma non mi dispiacerebbe neanche vedere dal vivo i The Clash.

I nostri più grandi auguri a colei che ha reso possibile ciò che oggi è Brainstorming Music: Camilla!
Ti auguriamo tante altre soddisfazioni, tanti altri sogni da realizzare e tanti altri concerti da vedere!
Buon compleanno!

 

Leggi anche: “Concerti: tutti i live streaming degli artisti del nostro ufficio stampa”

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
5.00 avg. rating (94% score) - 1 vote