Michael Jackson, biografia e curiosità sul re del pop

Sono passati un po’ di anni dalla scomparsa di Michael Jackson, ma il suo nome rimane leggenda e la sua musica continua a far ballare ed emozionare milioni di persone. La sua figura rimane avvolta da dubbi e misteri, ma oggi nel giorno del suo compleanno vogliamo ripercorrere insieme la sua storia.

michael jackson

Michael Jackson biografia e curiosità

Michael Joseph Jackson è nato il 29 agosto 1958 a Gary nell’Indiana. La sua era una famiglia molto povera. Otto fratelli e dei genitori estremamente religiosi e severi. Il rapporto con il padre è stato sempre tormentato. Si dice che sia stato proprio lui a fargli subire pesanti punizioni fisiche, ma ironia è stato anche colui che gli ha trasmesso la passione per la musica. Il padre di Michael era un chitarrista che è stato costretto ad abbandonare la musica una volta sposato. La musica non è mai sparita dalla sua vita anzi ha spinto i suoi figli ad intraprendere lo stesso percorso.

Nascono così i Jackson 5, di cui faceva parte anche Michael. La band dei fratelli riesce ad ottenere un discreto successo e il giovane Michael decide di usarlo come trampolino di lancio per la sua carriera. A renderlo il Re del Pop non è stata solo la sua voce, ma tutto quello che faceva. Il suo modo di vestire, di muoversi hanno fatto la storia.

Alcuni dettagli del look del cantante nascondevano più di quello che si poteva pensare. La fascia sul braccio destro sempre presente per ricordare tutte le vittime che silenziosamente muoiono di fame. I calzini bianchi ricoperti da strass che catturavano lo sguardo degli spettatori ammaliati dalla magia dei suoi passi di danza. Quelle divise militari simbolo di un’autorità da lui disprezzata su cui poneva borchie o lasciava intravedere magliette sdrucite per invitare alla disubbidienza civile.

Ma come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, la figura di Michael rimane avvolta dal mistero. I media si sono scagliati prepotentemente contro di lui rimescolando le carte in tavola. Il pensiero comune vuole che il cantante si sia fatto schiarire la pelle perché rinnegava le sue origini, ma il suo dermatologo affermava che si trattasse di vitiligine. Forse non sapremo mai la verità, solo una cosa certa: in gioventù Michael ha sofferto tantissimo e, da quando ha potuto, ha fatto di tutto per aiutare il prossimo.

Perfino la sua morte rimane inspiegabile. Il medico di Michael gli somministrò il “propofol” per i problemi d’insonnia, senza nemmeno attaccarlo ad una pompa d’infusione. Quando si accorse che il suo paziente non respirava, praticò la rianimazione cardiopolmonare sul letto, ovvero in un posto completamente inadatto. Anche i volontari di primo soccorso sanno che non può sortire alcun effetto, perché tale pratica dev’essere effettuata su una superficie dura.

Leggi anche –> Rolling Stones a Roma: un tuffo nella storia del rock!

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes