Summer Revolution Festival, Bergamo – Recensione in pandemia

Recensione da fan per fan.
Istruzioni pratiche e consigli per vivere al meglio il concerto.

summer revolution bergamo

Summer Revolution Festival – Bergamo

Bergamo non ha mai brillato per l’offerta musicale messa a disposizione. Quest’anno però le cose sono cambiate perché tre sono state le venue in cui dall’inizio di giugno si è potuti tornare a respirare un po’ di musica live. Quella di cui ci occuperemo in questa recensione è il Piazzale degli Alpini che insieme allo Spazio Polaresco ha ospitando il Summer Revolution Festival.

COME SI RAGGIUNGE:

Dire che è in un punto strategico della città è riduttivo. Qualsiasi sia il modo scelto per muoversi problemi non ce ne sono. Basterà attraversare il grande piazzale della stazione per trovarselo di fronte il palco. In macchina si può contare sui numerosi parcheggi multipiani o arrivando in anticipo anche quelli con le strisce azzurre che dopo le 19 diventano gratuiti. Altra opzione sono gli autobus. Per l’andata basterà prendere una qualsiasi linea del trasporto locale che se anche non ferma alla stazione, lascerà nel centro città che dista meno di 5 minuti a piedi.
Voto: 10

PUNTUALITA’ E ATTESA:

Anche qui il voto è alto perché il concerto è iniziato puntuale e di cose da fare nell’attesa ce ne sono sia se si vuole visitare la città che fare shopping. Non do il massimo dei voti perché quando sono arrivata i cancelli avrebbero dovuto essere già aperti da un ora e mezza circa. Non so se la puntualità è stata rispettata anche su quel versante, ma in compenso i controlli sono veloci e non ci sono restrizioni (ho visto una ragazza con un portatorte).
Voto: 9,5

ACUSTICA E ASPETTO:

Prima di partire ero un po’ titubante ed il problema era proprio l’acustica. Seppur interno e circondato dai giardini, questo piazzale da proprio sul viale principale della città trafficato a qualsiasi ora del giorno e della notte. Il rischio che clacson o sirene potessero sovrastare l’esibizione era alto, ma il pericolo è stato scongiurato con mia grande sorpresa.

L’aspetto del piazzale è molto semplice: 400 sono le persone massime che può ospitare con le normative vigenti. Ci sono tre settori messi tutti sullo stesso livello uno centrale molto grande e uno laterale alla destra del palco delimitati sul fondo da un corridoio ampio che li separa dal terzo. Per il resto sono presenti solo il banchetto del merch e alcuni chioschi per il bar e lo street food. Il servizio ristoro è molto comodo. Per evitare assembramenti basterà inquadrare il qr code che si ha davanti per accedere al sito su cui ordinare cibo e bevande che verranno servite al proprio posto.
Voto: 7

POST-CONCERTO:

L’esito è a discrezione dell’artista. Io non sono stata fortunata, una conoscente che è andata due settimane prima si. L’uscita del backstage è facilmente individuabile se avete pazienza, resistete. Il van è parcheggiato proprio dentro il piazzale. La sicurezza non vi allontanerà in malo modo, al massimo vi ricorderà di indossare le mascherine e mantenere un minimo di distanze.

Nel caso siate soli e aspettate qualcuno che vi venga a prendere il mio consiglio è di rimanere dentro fino all’ultimo, perché come vi ho detto all’inizio siamo davanti alla stazione.
Per chi invece arriva da lontano e vuole pernottare segnalo due hotel di cui uno proprio di fronte alla stazione e un altro a 300 metri.
Voto: 7

Tiriamo un po’ le somme
Il periodo non è dei migliori, ma il fatto che alcuni dei concerti siano stati soldout dimostra quanto la gente ha voglia di musica dal vivo e se ce l’ha adesso con tutte le limitazioni del periodo, fa ben sperare per le prossime edizioni.

Veniamo alla nota dolente: il biglietto. Quelli per gli artisti principali sono stati venduti sull app dice.fm. Era la prima volta che usavo quest’app e non è stato così facile. Riassumendo: acquisti il biglietto che non ha prevendite o costi aggiuntivi, riceveri solo una mail che conferma l’ordine. All’ingresso ti basterà mostrare il tuo QR code, attivabile poche ore prima. Perché l’ho definita nota dolente? Perché solo una volta entrato saprai qual è il tuo posto.
Voto finale: 8

Leggi anche –> Beat Festival Empoli – Recensione

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes