JANIS JOPLIN: biografia e curiosità sulla sua vita

 Janis Lyn Joplin nata a Port Arthur il 19 gennaio 1943 e morta a Los Angeles il 4 ottobre 1970, è stata una cantante statunitense.

La Biografia

Janis Joplin nacque a gennaio del 1943 da Dorothy Bonita East (1913-1998), impiegata in un college, e Seth Ward Joplin (1910-1987), un ingegnere della Texaco. Joplin era la maggiore di tre fratelli, Michael (1951) e Laura (1949).

Adolescente inquieta, ancora molto giovane si avvicinò al blues. Iniziò a cantare nel coro cittadino e ad ascoltare artisti come Leadbelly, Bessie Smith, Odetta e Big Mama Thornton. Durante la frequentazione della Thomas Jefferson High School il suo interesse primario era il disegno e, solo successivamente, iniziò a cantare blues e folk insieme ad alcuni amici, accompagnandosi con l’autoharp nei club di Austin, Beaumont e dintorni.

Si diplomò nel 1960 e passò al baccellierato in arti liberali presso il Lamar State College of Technology, oggi Lamar University, di Beaumont. Rimase iscritta fino al 1966, ma frequentò solo 50 ore, anche se nel 1965 sostenne con un profitto quasi massimo (99/100) una prova di esame in problemi sociali. Fu ammessa anche alla Università del Texas ad Austin, senza mai completare gli studi. In quel periodo visse in un edificio comunemente chiamato “The Ghetto” che si trovava al 2812 1/2 di Nueces Street.

Divenne nota verso la fine degli anni sessanta come cantante del gruppo Big Brother and the Holding Company. Successivamente per i suoi lavori da solista. La sua carriera continuò fino alla morte per overdose all’età di 27 anni. La rivista statunitense Rolling Stone la pone al 46º posto della lista dei 100 artisti più importanti della storia e al 28º della classifica del 2008 dei 100 cantanti più importanti di tutti i tempi.

Riconosciuta e ricordata per l’intensità delle sue interpretazioni. Nel 1995 è stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame e nel 2005 è stata insignita del Grammy Award alla carriera postumo.

Alcune curiosità su JANIS JOPLIN

ADOLESCENZA DA DIMENTICARE

Janis ha trascorso un semestre al college ma lo ha abbandonato dopo il comportamento crudele subito da parte dei suoi compagni. Infatti fu derisa ed etichettata come “l’uomo più brutto di tutto il Campus” da parte delle confraternite della Texas University. E’ stata una cosa che le ha provocato, poi, dolore per il resto della sua breve vita.

LA SUA PUREZZA MUSICALE

Janis Joplin credeva in un potere del tutto immateriale della musica: non aveva mai creduto che la musica potesse essere realizzata per fini di lucro, e ciò si è potuto notare nelle sue stesse performance musicali, che non sono mai divenuti delle canzoni commerciali. In effetti, la donna non badava al potere mediatico di un pezzo, ma piuttosto a tutti gli altri fattori: come la vicinanza al pubblico, tanto da definire ogni suo spettatore “storia d’amore” e il coinvolgimento del pubblico stesso. L’unico pezzo che è riuscito ad essere in testa alla Bilboard 100, pur dopo la sua morte, è stato “Me and Bobby McGee”.

LA SUA BISESSUALITA’

La sua bisessualità non è stata mai messa in discussione. La donna ebbe numerose relazioni sia con uomini che con donne, dichiarandosi apertamente bisessuali. Tra i suoi amanti figurano il celebre Jimi Hendrix, ma anche Leonard Cohen (che ne parla all’interno di Chelsea Hotel No.2, citandola come donna misteriosa) o Krist Kristofferson.

Tra le donne, invece, non c’è stata nessuna celebre relazione paragonabile a quelle maschili, fatta eccezione per Peggy Caserta, amica e cantante, considerata spacciatrice di lusso. Una volta, la cantante statunitense ruppe una bottiglia di liquore in testa a Jim Morrison, che riuscì a ottenere, dal suo produttore, il numero di telefono della donna… che però non era interessato a lui.

AlEmy

Canale YouTube -> Janis Joplin

Leggi anche -> Janis Joplin 49 anni dalla sua scomparsa: era convinta di essere immortale

 

Visita il MERCH MUSICALE di AlEmy:    RedBubble    –    Etsy

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes